Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

Bullismo, blog e nuovi modelli per i ragazzi: riflessioni e domande di una mamma – SECONDA PARTE

Secondo il mio punto di vista esistono due diverse problematiche nella scuola di oggi: una, innegabile anche per le persone come me che fanno della tolleranza e della solidarietà il loro punto fermo, che riguarda gli stranieri: inutile negare che alcuni ragazzini dei paesi dell’est (per quello che riguarda la mia zona) hanno un livello di aggressività superiore alla media ed hanno dei genitori praticamente irraggiungibili dall’istituto.

L’altro livello, almeno nelle zone in cui vivo io, è costituito da quei ragazzini i cui genitori, troppo impegnati nel lavoro e nel far soldi, trasmettono ai figli dei “disvalori” riguardo agli altri e concedono ai figli ogni trasgressione al normale buon senso solo perchè è più facile far soldi che vivere secondo una morale.

A che serve poi punire un ragazzino il cui genitore si irrita, quando è chiamato dalla scuola perchè “il suo tempo è denaro”? Prevenire in che modo? Come possiamo proteggere i nostri figli dalla violenza imperante, dalla TV in camera senza controllo, dalla totale indifferenza che gli adulti mostrano verso l’altro?

Viviamo in un mondo in cui nulla più desta stupore, come possiamo punire i nostri figli, quando loro si stanno solo adeguando a un modello individualistico che noi stessi proponiamo?

Prevenzione, sì, ma in che modo? Credo che la famiglia sia il luogo giusto su cui intervenire, anche se non è facile. Non ho mai visto un ragazzino proveniente da una famiglia che dà valori solidi comportarsi così.

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×