dsadad

asdasdd
Il blog personale di Enrico Alletto

Con il 2017 inizia il mio ultimo anno da presidente di Open Genova: riflessioni e propositi

Riordinando il mio blog personale che esiste ormai da 10 anni mi sono ricordato che Open Genova è nata un pò per caso in un momento lavorativo particolare, ma da quel momento ha continuato a crescere contro ogni pronostico (mio compreso). L’associazione al momento in cui scrivo conta circa una quarantina d’iscritti e una buona dozzina di soci attivi, cioè associati che agiscono concretamente in prima persona per i progetti e le attività di Open Genova; non male per essere in una città come Zena a parlare di digitale.

Dalla sua nascita come piattaforma collaborativa per la condivisione delle idee ed esperienze Open Genova si è evoluta nel corso degli anni occupandosi di altri temi del filone digitale come l’Open Source, l’Open Data, il Free Wifi, la Partecipazione e Cittadinanza Digitale. A molte persone questi argomenti non diranno forse nulla, ma dal 2012 quando siamo partiti ad oggi sono diventanti sempre più centrali in molti ambiti tutt’altro che irrilevanti: la pubblica amministrazione, il commercio e l’industria, il turismo, la scuola. Presto o tardi per alcuni di questi ambiti e sicuramente come genitori ciascuno di noi dovrà inevitabilmente farci i conti.

Esperienze personali e ringraziamenti

Sono stati anni fatti di esperienze che mai avrei avuto occasione di vivere altrimenti, qui provo a ripercorrere alcuni momenti, in cui ho scoperto angoli inaspettati di Genova, ho percorso molte volte i corridoi di Palazzo Tursi, ho avuto l’occasione di parlare con tanti protagonisti della mia città o come mi piace dire: ho conosciuto tante persone che fanno cose speciali e con alcuni è nata anche una bella amicizia!

Abbiamo fatto cose incredibili, per esempio realizzare uno di primi esempi in Italia di progetto partecipato usando Internet con il Comune e un Municipio (Partecip@) oppure fare formazione digitale ai tassisti o ancora aprire un dialogo con Comune, Regione, Camera di Commercio ed altri attori sul tema del Free Wifi o realizzare il primo progetto italiano di divulgazione digitale partecipata su tutta la città e già così poteva anche bastare ma noi abbiamo mappato e reso fruibile il Verde Pubblico nel Municipio Valpocevera con un progetto riutilizzabile da altri Municipi, abbiamo contribuito all’Open Government Forum su partecipazione e cittadinanza digitale, abbiamo portato il Free Wifi alla nostra Lanterna e tanto altro.

Tenuto conto che l’Associazione non ha mai potuto disporre di risorse proprie e che io sono un perito industriare da sempre incuriosito dall’impatto che il digitale ha sulla vita quotidiana ma nulla di più, penso di poter dire senza timore di smentita che tutto quello che si poteva fare (e anche di più) pro bono su questi temi lo si è fatto!

Sono molto fiero e soddisfatto dei risultati raggiunti e dell’opportunità che Open Genova mi ha dato di potermi esprimere al meglio su questi temi la cui realizzazione solitamente appartiene ad altre categorie di persone anche se in pochi in Italia possono realmente vantare un curriculum come quello della nostra Associazione. Internet e il digitale ci ha permesso di esistere ed a me di dare il meglio su ciò che da sempre mi attrae e mi appassiona, per questo ringrazio tutti per la bellissima opportunità!

La donazione di Wind e i propositi per il 2017

Nell’ultimo anno, come scrivo qui, per l’Associazione mi sono dedicato con molta determinazione al raggiungimento di 2 grandi obiettivi: costruire un contesto in cui chi ha voglia di fare può trovare spazi e mettersi nella condizione di poter sostenere economicamente questo contesto. E’ di pochi giorni fa la notizia che Wind for Fund, l’iniziativa dell’omonima azienda di Telecomunicazioni, ha individuato nella nostra Associazione un soggetto credibile a cui effettuare una donazione tout court per i progetti in chiave digitale del 2017. Il gruppo è cresciuto ed Open Genova è pronta ad attrarre nuovi elementi di valore.

Ho ragione di crede che la strada dell’Associazione sarà tracciata da chi nel corso del prossimo anno saprà rendersi protagonista di un’esperienza unica nel suo genere. Per quanto mi riguarda, credo che ormai sia chiaro, sento il bisogno di chiudere (alla grande) un bellissimo capito dedicato alla mia città interamente pro bono e quale occasione migliore se non quella di arrivare alla naturale scadenza del mandato da presidente?

Più tempo a mio figlio ed alla famiglia, più tempo ai classici ed ai nuovi interessi da coltivare, una delicata situazione lavorativa a cui prestare la massima attenzione sono solo alcuni dei miei propositi per il 2017.

Ah, e comunque i progetti da sviluppare con il finanziamento di Wind saranno scelti dai nostri associati applicando con le dovute distinzioni un modello già rodato come quello usato in Partecip@, dove potranno aggiungersi privati ed aziende in un meccanismo virtuoso e dove la collaborazione online non sarà certamente l’unico passaggio ma giocherà ancora una volta una parte importante! Non è finita qui!

Enrico Alletto

M’interesso di Open Source, di cittadinanza digitale, di collaborazione e partecipazione in rete e di come il digitale può portare beneficio nella vita delle persone. Mi piace cucinare, leggere, andare a teatro, guardare bei film, visitare luoghi caratteristici, conoscere persone che fanno cose speciali, stare con la mia famiglia e giocare con mio figlio. Mi appassiona la tecnologia!

2 Comments

  1. Elezioni comunali a Genova: anche quest'anno pronto a seguirle da cittadino informato - Linea di Confine

    18th Apr 2017 - 16:27

    […] ne abbiamo fatte tante in questi anni, ma sempre e comunque per andarne fieri! Come scrivevo in questo post di inizio anno nel 2018 allo scadere del mandato […]

  2. Elezioni a Genova: anche quest'anno pronto a seguirle da cittadino informato - Linea di Confine

    18th Apr 2017 - 16:28

    […] ne abbiamo fatte tante in questi anni, ma sempre e comunque per andarne fieri! Come scrivevo in questo post di inizio anno nel 2018 allo scadere del mandato […]

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I miei Social Network

Archivio del blog

×