Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

ELEZIONI COMUNALI 2011: ti sei perso nella campagna elettorale? Prova a dare un’occhiata al servizio voisietequi.it

logo_associazione1

In occasione delle elezioni amministrative del 15 e 16 Maggio 2011 come fa ormai da alcuni anni, l’associazione openpolis ha pubblicato la nuova edizione del suo test-politico elettorale per aiutare i cittadini ad orientarsi al voto. Le città interessate questa volta sono: Bologna, Cagliari, Milano, Napoli, Torino e Trieste.

Per ogni città, sul sito sono stati selezionati 20 temi che sono stati sottoposti a tutti i pretendenti alla carica di sindaco. La quasi totalità dei candidati ha risposto direttamente, solo in alcuni casi le posizioni sono state ricavate analizzando i programmi elettorali e le dichiarazioni pubbliche. Solo in alcuni casi, in mancanza di risposte e documentazione si e’ dovuto escludere il candidato.

voisietequi.it propone ai cittadini-elettori di rispondere ad un questionario che restituisce come risultato il candidato più vicino alle proprie posizioni politiche. Inoltre, al termine del test viene elaborata una mappa visuale che colloca l’utente nel grafico delle distanza esistenti fra i diversi candidati.

Il progetto e’ promosso e realizzato dall’associazione Openpolis, che ringrazio per avermi segnalato l’iniziativa, il cui scopo è quello di usare la tecnologia per connettere i dati, produrre informazioni, collegare le persone, innescare la partecipazione. Vedi link per approfondire

Oltre a voisietequi.it l’associazione Openpolis cura anche Open Parlamento a cui sono iscritto da anni anche io per seguire l’attivita’ dell’on. Enrico Musso, Sandro Biasotti e Roberto Cassinelli (tutti Liguri), Indice di produttivita’ parlamentare ed altre attivita’ collaterali legate a trasparenza e partecipazione.

L’associazione Openpolis fornisce, secondo me, un bell’esempio di corretto e produttivo uso dei dati pubblici. 🙂

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×