Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

Elezioni comunali 2012 a Genova: un giro in rete sull’attività dei possibili candidati alla poltrona di Sindaco

Enrico Musso, Marco Doria, Roberta Pinotti, Marta Vincenzi queste persone hanno in comune la candidatura a Sindaco di Genova e tutti hanno un profilo su Facebook e quasi tutti uno su Twitter … e lo usano! 🙂

Come ogni buon cittadino in rete che si rispetti stò seguendo con quanta più attenzione possibile la campagna elettorale di chi ha scelto di comunicare usando i Social Network.

Tra lavoro, famiglia, varie ed eventuali senza il web mi sarebbe praticamente impossibile seguire le varie iniziative … e non credo di essere l’unico! 🙂

Ho pensato che un post riepilogativo sull’attività in rete dei candidati potrebbe essere utile a porre l’attenzione sull’evolversi della campagna elettorale anche sotto quest’aspetto.

Ecco il mio breve giro in rete tra i candidati (in ordine alfabetico):

MARCO DORIA
Si è affacciato alla rete da poco, almeno a quanto ho potuto capire dalle ricerche fatte sul web. Un pò di tempo dopo la sua candidatura Marco Doria ha creato un profilo su Facebook ed una pagina ufficiale da cui comunica le iniziative elettorali ed esprime opinioni su fatti di attualità cittadini e nazionali. E’ inoltre lodevole lo sforzo di spiegare la sua posizione da candidato indipendente quando gli vengono poste obiezioni di merito.

Da neofita del web non se la sta cavando male, ma manca di un profilo su Twitter che completerebbe la copertura sui principali Social Network.

Pagine web: Marco Doria x Genova, Marco Doria, #DoriaMarco

ENRICO MUSSO
E’ di gran lunga il politico genovese che più stà capitalizzando le opportunità offerte dalla rete. Oltre al suo sito personale Enrico Musso ha lanciato molte iniziative sul territorio che promuove provando ad instaurare un dialogo con i cittadini attraverso i Social Network. Nell’ultimo intervento su YouTube per esempio Musso parla del PUC attualmente in fase di approvazione e su cui è in corso un intenso dibattito.

Nel sito Mussosindaco.it lancia la sua canditatura e la lista civica, ma soprattutto promuove un inziativa che in qualche modo by-passa i canali tradizionali rivolgendosi attraverso il web direttamente ai cittadini con voglia di fare. Nella sezione Scelta delle candidature troviamo questa dicitura: La lista civica “Enrico Musso sindaco” apre alla città. Gli aspiranti candidati dovranno presentare i propri curricula. Requisiti base: indipendenza dalle logiche di partito, onestà e condivisione del programma di governo.

L’idea non è nuova, ma è comunque interessante. Le iniziative non finisco qui ma ne rimando un eventuale approfondimento ai link delle sue pagine web.

Pagine web: Enrico Musso, Enrico Musso II, Enrico Musso Sindaco 2012, Enrico Musso Media, Musso Sindaco, Enricomusso.it, Enricomusso.org#enricomusso, Fondazione Oltre Mare

ROBERTA PINOTTI
Anche lei usa Facebook senza però avere un profilo personale, ma soprattutto è molto forte su Twitter dove scrive di attualità locale e nazionale con messaggi brevi ed incisivi in puro stile microblogging. Il sito web, raggiungibile da 2 domini è molto curato e ricco d’interazione: La tua idea per Genova, diventa volontario, materiali di comunicazione. La struttura del progetto sembra avere l’intento di aprire un dialogo rete/territorio con la cittadinanza.

Sul suo sito web leggo: E’ la realizzazione di un progetto, dello spirito cui abbiamo dedicato l’intera campagna:l’ascolto. L’ascolto e l’attenzione alle storie, alle parole, alle legittime aspirazioni, ai problemi della nostra città e del nostro territorio.

Infine c’è anche un canale su Youtube che però al momento in cui scrivo è fermo a 2 anni fà!

Pagine web: Roberta Pinotti, #robertapinottiIostocongenova.it, Robertapinotti.it, Robertapinotti

MARTA VINCENZI
E’ il sindaco uscente ed è attiva oltre che sui siti istituzionali anche sulla pagina Facebook dove non ha un profilo personale, su Twitter dove le sue dichiarazioni vengono spesso riprese dai giornali locali e sul sito/blog realizzato dal Comune di Genova: Il mestiere del Sindaco dove recentemente ha pubblicato le motivazioni su Perchè mi ricandido

I profili sono aggiornati molto di frequente a volte forse troppo. In particolare su Twitter ci sono spesso aggiornamenti con messaggi in sequenza che sembrano seguire un discorso articolato un pò fuori dai canoni del Social Network.

Come candidato Sindaco non ho ancora trovato iniziative in rete volte a coinvolgere in qualche modo la cittadinanza con idee o proposte come invece stanno facendo gli altri candidati. In particolare sul suo blog personale alla voce commenti leggo: Comments are closed

Il canale Youtube è quello del Comune e quindi ho pensato di non includerlo tra i link dedicati all’attività di candidato.

 Pagine web: Marta Vincenzi Sindaco di Genova, Marta Vincenzi, Il Mestiere del Sindaco, Marta Vincenzi, #Marta_Vincenzi

NON PERVENUTI
Angela Burlando e Andrea Sassano sono gli altri 2 candidati alle primarie del centro-sinistra con Marco Doria, Marta Vincenzi e Roberta Pinotti, ma di loro in rete non vi è traccia almeno per il tema in oggetto. I profili su Facebook esistono e sono personali.

Resta insoluta la classica domanda che ci si pone sempre in questi casi: ma saranno veramente loro a scrivere?

Parere “a naso”: secondo me Enrico Musso e Marco Doria sono veramente loro almeno su Facebook, mentre Roberta Pinotti e Marta Vincenzi fanno largo uso dello staff anche se non escludo che in qualche rara occasione si cimentino personalmente nell’uso del mezzo.

Sarà interessante seguire l’evolversi della campagna elettorale nei quartieri genovesi e sul web e soprattutto il candidato che vincerà vorrà investire maggiormente nelle opportunità offerte dalla rete in termini di dialogo con i cittadini, servizi atti ad eliminare le code agli sportelli, Open Data, trasparenza? Qualcuno di loro avrà mai sentito parlare di Politiche Wiki?

AGGIORNAMENTO DEL 21 DICEMBRE 2011
Scrivo volentieri un aggiornamento a questo post. Ieri, poco dopo la pubblicazione, lo staff di Roberta Pinotti mi segnala che: Roberta ha un suo profilo personale “Roberta Pinotti” che ha superato i limiti di contatti imposti da Facebook e anche per questo è nata la pagina fan dove lei regolarmente scrive alternati ai post dello staff come questo che sono invece segnati con [iostocongenova] in fondo. Poche ore dopo la stessa Pinotti mi risponde su Facebook così: scrivo sempre io. Se lo fa lo staff si firma.

Su Marco Doria scopro oggi che ha un profilo su Twitter dal primo dicembre come #DoriaMarco. Non sò come, ma questo mi era proprio sfuggito. 🙂

Bhè che dire? Grazie per il feedback e … tra Social Network, blog, rete internet in generale la campagna elettorale stà per entrare nel vivo anche sul web!

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

4 commenti

  1. Elezioni comunali 2012 a Genova – AGGIORNAMENTO: dal Movimento 5 Stelle ai Twitter genovesi. Qualcuno risponde!

    13th Gen 2012 - 09:43

    […] di natale ho scritto un post in cui descrivo come i principali candidati sindaci alle prossime comunali genovesi usano la rete […]

  2. Roberta Pinotti

    13th Gen 2012 - 13:44

    Caro Enrico, intanto complimenti per la tua lettura attenta sull’uso del web. Come promesso su FB ti lascio un commento sulladomanda finale. Io credo fermamente in quelle che tu chiami opportunità offerte dalla rete. Migliorano sicuramente la comunicazione e il confronto (uso da tempo i principali social network – Facebook e Twitter – da molto prima che decidessi di candidarmi). Ma credo anche che la Rete possa essere molto di più, credo possa abilitre nuove forme di collaborazione tra cittadini e istituzioni, credo debba essere uno strumento per amministrare meglio e in modo traspartente. Per questo motivo sono già in contatto con i fondatori di Wikitalia e con il mio staff stiamo studiando progetti e impegni concreti da inserire nel mio programma, dal più semplice monitoraggio del decoro urbano agli Open Data. Se vuoi unirti a noi, anche solo per formulare proposte, sei il benvenuto. Mi farebbe davvero piacere.

  3. Enrico Alletto

    15th Gen 2012 - 12:57

    @robertapinotti Intanto grazie per il commento al mio post. Qualcuno dirà che non è lei a scrivere, ma il suo staff. Chi la segue con attenzione su Twitter e Facebook sa che quando non è lei a scrivere è sempre presente la dicitura #iostocongenova.

    Andando “sul pezzo” il mio impegno per iniziative basate sulla rete risale al 2004 ma in particolare nel 2009 ho partecipato al Club dei Progettisti all’interno di un ambiente virtuale pensato per i creativi e orientato allo sviluppo locale promosso dal Dipartimento per le politiche di sviluppo del Ministero dello Sviluppo Economico e nel
    2010 ho offerto un contributo alla revisione online della bozza del libro Wikicrazia, l’azione di governo al tempo della rete.

    Conosco Wikitalia in quando alcuni dei promotori sono mie “vecchie” ed apprezzate conoscenze della rete.

    Quando scrive:”credo anche che la Rete possa essere molto di più, credo possa abilitre nuove forme di collaborazione tra cittadini e istituzioni, credo debba essere uno strumento per amministrare meglio e in modo trasparente” non può trovarmi più d’accordo.

    Credo infatti nell’uso della rete “orientata ad un fine” che sia la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, che sia la valorizzazione di un’area urbana in declino, che sia la trasparenza delle istituzioni, eccetera. Le applicazioni possono essere molteplici.

    Chiarito questo punto non posso negare che la sua sensibilità su questi temi ed il suo orientamento al dialogo online, assolutamente NON COMUNE per un politico genovese, mi accendono un pò di speranza. Chissà che anche nella nostra città non si possa effettivamente costruire un percorso d’innovazione e di partecipazione mediata dalla rete che non sia solo esposta a parole. Restiamo connessi! 🙂

  4. Anonimo

    20th Gen 2012 - 13:38

    […] […]

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×