Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

GIOVENTU.IT: per favorire il dialogo tra giovani ed istituzioni è online il sito del Ministero che mira a diventare un polo informativo per i ragazzi

image.jpg

Qualche settimana fà il Ministro Giorgia Meloni è stata oggetto di un’intervista goliardica del trio Medusa (Le Iene) in cui le si chiedeva: come mai la ministra giovane del ministero dei giovani non ha un sito internet?

La risposta non si è fatta attendere ed eccolo il nuovo sito del Ministero, si chiama Gioventu.it ed, in linea con l’Operazione Trasparenza, è online dalla metà di ottobre del 2008.

Nella pagina di benvenuto si legge: “Abbiamo immaginato un luogo che avesse ben poco di virtuale, ma che fosse impregnato di vita reale. Per questo, abbiamo evitato una comunicazione unidirezionale… Si tratta certamente di una “rottura” con i meccanismi consolidati della comunicazione istituzionale…”leggi testo completo

Oltre alla biografia del Ministro in cui spicca, scherzi a parte, l’anno di nascita: 1977, sul nuovo sito trovano spazio quattro sezioni principali Diritto al futuro, Protagonismo generazionale, La rivoluzione del merito e La meglio gioventù, più una sezione Focus in cui ogni mese verrà affrontato un argomento sull’universo giovanile.

In quest’ultima sezione (Focus), l’unica attualmente, è possibile lasciare il proprio commento sul tema in oggetto.

L’iniziativa più originale è senza dubbio Radio Gioventù, rubrica radiofonica settimanale a cura del Ministero in cui per la prima volta su un sito istituzionale compaiono termini come podcasting e scaricare gratuitamente.

Il sito nel suo complesso appare ben strutturato, manca però, ma siamo soltanto all’inizio, la possibilità di commentare le Ultime notizie mentre idee, testimonianze, riflessioni e proposte lasciate su Focus hanno poca visibilità rispetto alla navigazione complessiva.

Non rimane dunque che auspicare una crescita del lavoro in termini d’interazione con l’utenza e nella trasparenza ma soprattutto, come per progetti analoghi, sarà fondamentale ottenere una continuità istituzionale che superi le divisioni politiche.

Vedi anche Competenze del Ministro:
http://www.gioventu.it/Ministro/Competenze.aspx
e Politiche giovanili:
http://www.gioventu.it/Dipartimento-Informa/Politiche-Giovanili.aspx
Gioventu.it: on line il sito del ministro Giorgia Meloni :
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/sito_gioventu/

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

2 commenti

  1. Gioia Feliziani

    4th Nov 2008 - 17:32

    Si… come te ho notato la non commentabilità del sito.. e poi è proprio freddo..impersonale..scritto non in prima persona.
    Si cita: “È on line Gioventu.it. Poche parole, quelle necessarie, come è prassi nel mondo del web.”
    In verità.. il web ora è comuninione..condivisione.. personalizzazione..
    Poi la parola prassi.. ripresa dal burocratichese? perchè nulla a che vedere con l’attuale sociale.
    .. io direi.. per me questo sito è bocciato!

  2. Lucia

    5th Nov 2008 - 10:15

    Io non ci capiro’ molto di internet e pc, ma mi sembra un’inizio !!!

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×