Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

Gli italiani, la rete e la solita routine

simpson-225x300

Noi italiani siamo strani, mentre nel mondo sono in atto cambiamenti oserei dire epocali per gli assetti economici, politici e sociali dei prossimi anni, aspettiamo seduti comodamente sui nostri divani che prima o poi qualcuno faccia qualcosa

Questo è un paese che usa la rete principalmente per passatempo e quando lo fà per impegnarsi socialmente o si apre un blog che difficilmente interagirà con altri soggetti presenti sul web o più semplicemente si linka a Beppe Grillo

Entrambe le alternative, fortunatamente non sono le sole opzioni che offre la rete, hanno di per sè ben poco di sbagliato, il problema è che l’ Italia (non tutta per fortuna) appare chiusa in una bolla di timori e di aspettative virtuali e non riesce a comprendere fino in fondo il percorso reale da intraprendere

La verità è che gli attuali assetti economici, politici e sociali non sono in grado di autoriformarsi nonostante la crisi in atto

Alla domanda di cambiamento la vera novità sarebbe alzarsi dai nostri divani ed iniziare ad usare la rete internet per informarci, per entrare in contatto, per costruire un nuovo sistema sostenibile in cui ogni fattore è collegato ad un altro: l’ambiente và salvaguardato, le risorse non vanno sprecate, le regole del gioco garantite e le varietà delle specie valorizzate

Occorre riprogettare i servizi pubblici, ripensare ad un rapporto tra amministrazioni e cittadini più autentico e sinergico, occorrono piccole cose, piccoli gesti, buon senso… insomma, occorre uscire dalla solita routine 🙂

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

1 commento

  1. Valerio Viani

    19th Giu 2009 - 21:23

    Musica per le mie orecchie.
    Mettiamoci insieme in almeno dieci persone, o famiglie.
    10.000 euro a testa.
    Compriamo un cogeneratore e diamo energia alla rete Enel…come hanno fatto a Schonau.
    Lo so che non si comincia da qui!
    Ma neppure dai convegni. Si comincia sempre dalla fame o dalla rabbia, ma non mi pare che Bart sia in qesta condizione: sta solo morendo di noia e “indignazione” afflitto dal “benessere” e dal colesterolo!

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×