Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

Il rapporto del CENSIS e le sfide per il 2008

Proprio in questi giorni mi è capitato di leggere il rapporto del CENSIS per il 2007 in cui emerge che la società italiana, frammentata, inconcludente e senza “sguardo al futuro” è disillusa da politica ed istituzioni e continua a perdere la propria identità collettiva. Il 76,1 per cento degli italiani sostiene che nessuno si preoccupa di ciò che accade agli altri

Ma se di alcuni argomenti nessuno parla o ne parla poco, se alcune persone non hanno voce o rimangono inascoltate, se da parte delle istituzioni manca la sensibilità o la forza di occuparse, bhè qualcuno dovrà pure provare a farlo ed in questo, ne sono convinto, la rete può concretamente aiutare le persone di buona volontà a migliorare la vita quotidiana di chi vive intorno a noi

Ancora dal rapporto del CENSIS: in una società così inconcludente appare difficile attendersi l’emergere di una qualsivoglia capacità o ripresa di sviluppo di massa, di “sviluppo di popolo” come si diceva una volta; e le offerte innovative possono venire solo dalle nuove minoranze attive tra cui, per esempio, le tante minoranze che hanno scelto l’appartenenza a strutture collettive (gruppi, movimenti, associazioni, sindacati, ecc.) come forma di nuova coesione sociale e di ricerca di senso della vita

Ma se ad un certo punto quelle minoranze avessero voce (la rete) e con la voce il seguito (nelle città) e con il seguito anche le idee e la forza (anche politica) per realizzarle? Cosa potrebbe accadere? Il 2008 sembra sfidare noi italiani a trovare una risposta a queste domande 🙂 …

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×