Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

Nella prima settimana nazionale della Sicurezza in Rete promossa dal Ministero delle Comunicazioni si parla di tutela dei figli, difesa privacy e molto altro

sicurezza_in_rete.jpg 

Si è aperta il 7 giugno 2008 la prima “Settimana nazionale della sicurezza in Rete”. Al progetto, patrocinato dal Ministero delle Comunicazioni e promosso dall’Unione Nazionale Consumatori, collaborano la Polizia Postale e delle Comunicazioni, ABI Lab, SicuramenteWeb, Skuola.Net e l’agenzia giornalistica AGR, con il sostegno di Microsoft.

L’obiettivo è di fornire competenze, tecnologie e risorse per un mondo digitale più sicuro.

Uno studio di settore presentato dalla “Settimana nazionale della sicurezza in Rete” ha evidenziato valori particolarmente allarmanti, ad esempio:

  1. in Italia un computer su quattro è infetto;
  2. la Polizia postale dal 2001 a oggi ha sequestrato e chiuso 177 siti Internet con contenuti pedopornografici
  3. più di 4.000 persone sono state denunciate per pedofilia ondine (205 gli arrestati);
    il 52% degli utenti ha subito un tentativo di accesso a informazioni riservate.
  4. le denunce di clonazione della carta di credito sono state nel 2007 oltre 3.400, e quelle di phishing hanno superato quota 1.600.

L’iniziativa, quindi, intende dare risposte accurate ai timori che preoccupano gli utenti della rete, vale a dire:

  1. la tutela dei figli;
  2. la riservatezza dei dati personali, dei propri documenti e di quelli condivisi con altre persone;
  3. l’accessibilità ai propri risparmi e la sicurezza nella gestione del denaro;
  4. la difesa della privacy, della reputazione, dei propri affari e del proprio tempo;
  5. il corretto funzionamento del proprio computer.

È disponibile on-line il sito www.sicurezzainrete7x24.org con numerosi contenuti quali: – chat con professionisti della sicurezza; – videointerviste a esperti IT e ad esponenti della Polizia Postale; – videoblog su temi chiave della sicurezza in rete.

Alcuni filmati esemplificano possibili comportamenti a rischio, riassumendo nel contempo le regole per garantirsi un livello base di protezione informatica.

Sul sito è presente, inoltre, un test di autovalutazione per conoscere il proprio livello di conoscenza delle tematiche relative alla sicurezza informatica.

Il sito, in definitiva, si propone come punto di riferimento autorevole e certificato per l’informazione sulla sicurezza on-line, per sviluppare concept quali la scelta consapevole dell’utente, la sicurezza percepita nell’utilizzo della rete, la fiducia con cui gli utenti si servono del web per le proprie attività.

Per saperne di piu’: Dossier “Settimana nazionale Sicurezza in Rete”

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

2 commenti

  1. Luisa

    2nd Lug 2008 - 13:53

    Navigando su google in cerca di indicazioni utili sulla sicurezza in rete ho scoperto per caso questo blog e devo dire che ho trovato molte cose interessanti, tutte esposte in modo chiaro, non solo sull’argomento che originariamente m’interessava. Complimenti

  2. agata calcagno

    15th Feb 2010 - 13:51

    il mio messaggio di due anni fa è sparito.
    peccato

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×