Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

Presentazione ufficiale di Open Genova: per la prima volta in città si è parlato di Politiche Wiki. E’ andata bene!

wiki

Sul finire di settembre del 2012 alla Berio Cafè, crocevia d’iniziative innovative in città, invitato dall’amico Adriano Casissa presento quella che per me era solo un’idea, quasi un sogno, un “soggetto” non meglio definito chiamato Open Genova, nome scelto assieme allo stesso Adriano che poi è anche la prima persona ad accettare d’imbarcarsi con me in questo progetto nato da una conversazione con Laura Guglielmi, direttora di Mentelocale.it, sul tema Progetto Genova Città Digitale.

In quella giornata tra il pubblico c’era anche Flavio, membro di Angeli col Fango sulle Magliette, oggi vice presidente dell’Associazione Open Genova. Raffaello fu invece contattato direttamente da Adriano con il preciso scopo di dare l’hosting del progetto in mano ad una ditta tutta genovese, oggi Raffaello è uno degli assi portanti del progetto in rete. Chiara, giornalista di Mentelocale, mi fu affiancata da Laura Guglielmi per supportarmi nel progetto Genova Mappe com’è andata a finire è storia contemporanea. 🙂

Quella sera di fine settembre dell’anno scorso in sala c’erano anche Alberto Pandolofo e Walter Vassallo, rispettivamente il primo consigliere comunale ed il primo consigliere di municipio a mostrare interesse per Genova Mappe. (Che fine ha fatto Genova Mappe? Torneremo sul pezzo molto presto!)

Da li in poi è stato un viaggio continuo alla ricerca di persone con cui condividere un’idea che avevo in mente ma che non riuscivo ancora a capire bene da che parte ci avrebbe portati e di persone ne sono arrivate tante ed appassionate, ad ogni uscita di Open Genova l’entusiasmo del gruppo di lavoro cresceva fino ad arrivare al grande giorno: La Presentazione Ufficiale dell’Associazione Open Genova, nata dal nulla senza essere l’emanazione di nessun interesse precostituito in città (e così rimarrà finchè sarò qui a dare il mio contributo) ha finalmente preso forma e sostanza.

Guardo e riguardo le foto e mi fa strano pensare che sia successo a Genova da un’idea partita un’anno fa in quell’evento alla Berio Cafe. Quando ho visto per la prima volta la video intervista che mi ha fatto il SecoloXIX ho pensato … eh bhe ragazzi questa volta c’abbiamo preso !!! 🙂

Il programma della giornata è stato incredibile: Marina Minetti, speaker di Radio19, era li a moderare l’incontro, Walter Vassallo, economista ed esperto di progetti europei, che un anno prima avevo conosciuto a quel primo incontro era li a parlare di un progetto sulla diffusione del concetto di Smart City partecipata per l’associazione Open Genova e poi ancora Daniela Poggi, funzionaria di Informagiovani, Fabio Grubesich, Patrizia Palermo, Daniela Minetti, Alberto Spatola consiglieri ed assessori di Municipio e Giampaolo Malatesta consigliere comunale e Presidente della commissione sviluppo economico del Comune di Genova e tanti, tanti altri che ringrazio di cuore per aver accettato il nostro invito.

Durante la giornata ho parlato di Open Data e Free Wifi sotto forma di 2 proposte concrete da rivolgere al Comune di Genova qui le Slide, del Comitato esterno per la Qualità dell’associazione Open Genova qui le slide e soprattutto prima dell’intervento dei consiglieri mi sono giocato la carta delle politiche pubbliche abilitate dalla rete, per gli amici: Politiche Wiki qui le slide. Quest’ultima presentazione non è farina del mio sacco ma di Alberto Cottica, economista e musicista, che ho conosciuto ai tempi del Progetto Kublai e con cui ho avuto l’onore ed il piacere di contribuire, assieme ad altre persone, alla stesura della bozza Wikicrazia, l’azione di Governo al tempo della rete.

Va detto con chiarezza che la mia era solo una cover un po stonata, l’esaltante presentazione di Alberto introdotto da Riccardo Luna la trovate qui. Sono comunque contento per come è stata accolta dalle persone presenti in sala, per una volta a Genova sicuramente la prima si è parlato di Politiche wiki e la discussione continua online sul forum della Community.

Ultima nota a margine: nella slide sulle politiche wiki alla numero 21 per la precisione scrivo che tutti si auspicano l’innovazione del proprio territorio, ma quando provi a farla qualunque cosa si faccia disturba qualche equilibrio, suscita gelosie, attacchi, scetticismo! Quando succede vuol dire che si sono accorti che esisti, a noi è già capitato anche questo! Ragazzi, facciamoci l’abitudine … il tempo è sempre galantuomo! Ci si rivede su www.opengenova.org ! 🙂

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

21 commenti

  1. Il mio 2013 in pillole: fatti, emozioni, considerazioni e un grazie speciale - Il blog personale di Enrico Alletto – tecnico, papà e cittadino in rete

    31st Dic 2013 - 20:28

    […] Radio 19 e prendere un caffè con Marina Minetti che ha in seguito accettato di moderare la storica presentazione di Open Genova, associazione di cui sono tra i fondatori, in cui per la prima volta in città si è parlato di […]

  2. La mia “Storia di un’idea”: Open Genova dagli albori ai giorni nostri - Il blog personale di Enrico Alletto – tecnico, papà e cittadino in rete

    3rd Nov 2014 - 00:25

    […] La giornata ha una moderatrice d’eccezione Marina Minetti. Qui il video del SecoloXIX e qui il mio post […]

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×