Ho conosciuto Rossella tramite un appello radiofonico nel dicembre del 2003 (da li a poco Beppe Grillo avrebbe lanciato il suo blog), quella stessa mattina la contattai per proporle la mia idea. All’epoca ero fortemente motivato e convinto che la rete avrebbe potuto offrire opportunita’ sino a quel momento poco considerate.

Dare voce ad un disagio, far conoscere persone che altrimenti non si sarebbero mai incontrate, scambiarsi opinioni, idee attraverso la rete per costruire qualcosa di concreto nella vita reale. In poche settimane misi in piedi un sito web funzionante e nel febbraio 2004, grazie all’interesse catalizzato dal web, nasceva ufficialmente l’associazione Genitori Soli. Nello stesso periodo venivo nominato socio onorario.

[singlepic id=6 w=150 h=109 float=left]L’idea originale si basa sulla costruzione di uno spazio web partecipativo che supporti adeguatamente l’obiettivo primario di far conoscere un disagio reale ed al tempo stesso di raggiungere e coinvolgere attivamente altre persone sul territorio.Vedi Genitori Soli: dall’idea al progetto

[singlepic id=12 w=150 h=112 float=right]Nel corso degli anni l’iniziativa ha avuto grande rilievo, oltre che per le tematiche trattate, anche sotto il profilo progettuale portando a descrivere l’esperienza in alcune conferenze sull’ impiego costruttivo della rete, diventando oggetto per alcune tesi di laurea e vantando una partecipazione ad una tavola rotonda su alcuni temi di internet particolarmente delicati al Ministero delle Comunicazioni.

[nggallery id=5]

Ad oggi, Rossella e’ prematuramente scomparsa, ma l’associazione esiste ancora sotto la spinta dei suoi iscritti piu’ motivati e lo spazio web e’ ancora attivo e svolge egregiamente il suo compito primario. Info si possono trovare anche su wikipedia.

Per consultare la documentazione completa vai alla pagina di Scribd