Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

RETE INTERNET E TRADIZIONI POPOLARI: tra nuove tecnologie globali e memoria locale

petralia_soprana.jpg

Durante le ferie estive è capitato di ritrovarsi una sera a parlare del filmato che lo zio di Palermo ha messo in rete sulla processione di SS Pietro e Paolo e che si svolge ogni anno a Petraila Soprana (comune di 3.685 abitanti della provincia di Palermo).

Le immagini di un paesino del sud alla maggior parte degli utenti probabilmente non diranno nulla, ma e’ stato interessante notare come un filmato ha fornito il pretesto per parlare di tradizioni, usi, costumi di cui ci si era dimenticati forse anche perchè ormai troppo presi dalla frenesia quotidiana e dalle nuove tecnologie.

Da alcuni anni ormai esiste uno slogan che recita: “pensare globalmente, agire localmente”, non e’ da escludere che questa filosofia possa trovare applicazione anche nella valorizzazione della tradizione e della cultura locale nel nostro paese.

P.S.: ecco il link al filmato su Youtube 🙂
http://it.youtube.com/watch?v=SVef4eVDJYE

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

1 commento

  1. aury

    1st Set 2008 - 12:50

    rivedere quel filmato mi ha riportato indietro nel tempo…un flash e mi sono rivista bambina che attendevo con ansia quella festa che rappresentava un momento di ritrovo per noi tutti bimbi con il compito di seguire con rigore e attenzione quella processione con dei lumini accesi colorati che dovevano arrivare accesi sino alla piazza (dove ci sarebbe stata la messa finale e l’inizio della festa con musica e balli)….che bei tempi…

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×