Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

Un sito per condividere quattro anni d’idee e persone sul web

Da alcuni giorni e’ online una nuova versione di questo sito web ben poco rivisitato nella grafica ma molto nei contenuti. 

L’idea e’ quella di mantenere da una parte la formula del blog, gradita ai visitatori del sito, agli iscritti alla newsletter ed alle persone che hanno accettato di arricchire questo spazio telematico con il loro contributo, dall’altra l’intenzione e’ quella di spingersi un po’ oltre e provare a mettere in luce alcuni temi sociali che mi stanno particolarmente a cuore avvalendomi del prezioso e fondamentale contributo di alcune persone che condividono con me (con noi) questa idea ed appoggiano l’iniziativa anche fuori dallo spazio virtuale.

Curando spazi telematici da quattro anni mi sono accorto pero’ che manca spesso la consapevolezza di come la rete potrebbe concretamente essere usata per migliorare la qualità della nostra vita in termini di servizi pubblici, comunicazione e condivisione d’idee. Per queste ragioni ho pubblicato una pagina web che raccoglie una serie di punti su: amministrazioni locali, società civile e singoli cittadini che si potrebbero, secondo me, tenere in considerazione per migliorare l’uso della tecnologia intesa come supporto alla vita quotidiana.

Il modo migliore per affinare quanto gia’ scritto ed eventualmente per preparare nuove proposte di miglioramento nei campi e nei settori d’interesse e’ senz’altro quello della ricerca di un confronto con i diretti interessati, con gli addetti ai lavori, con enti ed associazioni, con chi ha un parere in merito e desidera contribuire alla crescita di questa iniziativa. 

Gli strumenti a disposizione sono: la mail, i commenti sul blog, la newsletter e prossimamente anche sondaggi telematici ed un forum per incrementare l’interattivita’ e tenere vivo l’intersesse.

Opinioni e suggerimenti sono SEMPRE molto graditi. 🙂

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

3 commenti

  1. Mirietta

    4th Dic 2007 - 00:11

    La tua iniziativa è lodevole… le tue idee lo sono!
    Bravo!
    Ti seguiro’ senz’altro… e se potro’ anch’io, nel mio piccolo, contribuire… non manchero’!

  2. Aldo

    4th Dic 2007 - 09:08

    Il discorso sulla rete che hai deciso di affrontare e’ di poco interesse generale, anche perche’… con tutti i problemi che ci sono !!! Questo non toglie che sia di grande importanza. Mi piacerebbe che si prendesse coscienza di internet come stai cercando di fare tu, forse e dico forse, se si usasse il web in modo piu’ furbo e veramente al servizio della gente avremmo anche qualche problema in meno.
    In bocca al lupo.
    Aldo

  3. Daniela

    5th Dic 2007 - 01:51

    Caro Enrico vedo il tuo obiettivo come una “open-communication”! Un Servizio di comunicazione “digitale” libera per migliorare la qualità della vita.
    Sarei però più ottimista sulla consapevolezza della rete. Molte P.A. offrono servizi in internet, non sempre efficienti, ma sicuramente a largo raggio d’azione, comuni, ASL, ospedali, ministeri etc. Un gran numero di semplici cittadini si informano sui quotidiani on line e controllano in rete i loro risparmi. Sempre più banche hanno i conti on line. Le agenzie immobiliari ci subissano di un’ampia scelta per consentirci una ricerca mirata, così le agenzie di lavoro, le assicurazioni.
    Per conoscere queste opportunità innanzi tutto bisogna cercarle, armarsi di pazienza e confidare nel supporto di qualche sito come il tuo per un confronto amichevole! Tanto per parlare di sanità, l’ospedale pediatrico di Roma prenota le visite specialistiche on line rispondendo entro 48 ore, mentre un primario del Rizzoli di Bologna mi ha risposto su una patologia solo perché c’è la sua mail sul sito.
    Per rispondere alla tua domanda sull’uso di internet come strumento democratico, sì per me lo è. Per me la rete è lo specchio della vita che c’è fuori, più organizzata, più facilmente fruibile, a volte più subdola…
    Secondo il Dipartimento per le pari opportunità in Italia ci sono 9 milioni di clienti delle prostitute, immagino che molti saranno presenti anche in rete. Ma queste persone, insieme con altre, hanno sicuramente diverse necessità, chi crede che in rete non ci siano? Internet è una vetrina sul mondo, coraggio!

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×