Segui il mio blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sui post pubblicati su Linea di Confine. Riceverai via e-mail le notifiche.

cittadinanza digitale, collaborazione in rete, open source e tecnologia

Iniziativa personale e passione possono integrare le competenze del “pubblico” ?

cimg2036

Qualche giorno fà mi sono accorto che il piccolo lembo di terra proprio di fronte a casa mia è improvvisamente rinato dopo le cure di un piccolo gruppo di appassionati che, sostituendosi a chi la cura delle aiuole dovrebbe farla per propria competenza, hanno trasformato quell’arido terricio tra i parcheggi e la strada in una promettente aiuola pronta a restituire un pò di colore in questo inizio di primavera

Iniziativa personale e passione che integra le competenze del pubblico là dove quest’ultimo, per varie ragioni, non riesce ad assolverle: non sarebbe bello pensare ad un modo per scovare ed incanalare in maniera razionale e gratificante questo genere di energie positive al servizio della collettività?

Potrebbe essere la cura di un’aiuola dimenticata come la condivisione di un sapere personale o l’utilizzo di uno spazio fisico in comunità o altre cose simili

Probabilmente non dico nulla di nuovo queste cose molte persone le fanno già, ma il pubblico non ne tiene conto o comunque non le supporta come meriterebbero

Sarebbe possibile pensare ad un ente locale che trova il modo di sostenere iniziative come queste svolgendo solo un ruolo di monitoraggio e lasciandone la gestione a chi le porta avanti perchè motivato dal desiderio di migliorare il luogo in cui vive  ?

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della partecipazione e dell'alfabetizzazione digitale. Contribuisco ai tavoli dell'open government italiano su temi come cittadinanza digitale, partecipazione ed open data. Il contatto diretto è quello che preferisco soprattutto quando si tratta di divulgazione e formazione digitale. Faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

3 commenti

  1. Andrea Vezzosi

    12th Apr 2010 - 09:14

    Hai perfettamente ragione Enrico, questo è il mondo del volontariato che in molti casi sostituisce lo stato….ma non gli viene mai data la giusta importanza…..eppure senza di loro si creerebero dei vuoti paurosi, basti pensare alle migliaia di giovani impegnati con le ambulanze. Anche dalle mie parti ci sono luoghi completamente abbandonati dove erbacce e rovi ricoprono e fanno morire gli alberi….gli Enti Locali preferiscono vederli così anzichè dare il permesso a gruppi di anziani o di giovani che potrebbero tenerli puliti e farli tornare al servizio della comunità.

  2. fabio nervo

    17th Set 2012 - 11:57

    Ciao Enrico, ho notizia che in Comune si stia discutendo e programmando l’organizzazione di gruppi di volontari per il recupero e la gestione del verde. I gruppi dovrebbero essere anche “accompagnati” da professionisti del settore (gratuitamente) attraverso corsi e consulenze. Appena avrò più notizie le pubblicherò.

  3. Enrico Alletto

    17th Set 2012 - 21:41

    Questa sarebbe proprio una bella notizia! 🙂

Rispondi

I miei Social Network

Archivio del blog

×